Opera e Balletto

La sonnambula, capolavoro di belcanto

Opera e Balletto

Foto di scenaFoto di scenaFoto di scenaEkaterina Sadovnikova (Amina)Antonino Siragusa (Elvino) e Nicola Ulivieri (Il conte Rodolfo)

Teatro Regio, 10 Aprile 2019 - 20 Aprile 2019

Romeo e Giulietta

Il capolavoro di Prokof’ev secondo Kenneth MacMillan e il Balletto dell’Opera di Perm

Teatro Regio, venerdì 3 maggio 2019 ore 20

Venerdì 3 maggio alle ore 20 ospitiamo, per la prima volta, il Balletto dell’Opera di Perm nel capolavoro Romeo e Giulietta di Sergej Prokof’ev (autore anche del libretto con Sergej Radlov e Adrian Pëtrovskij) dall’omonima tragedia di William Shakespeare, e con l’Orchestra del Teatro Regio diretta da Artëm Abašev. La versione coreografica è quella dello scozzese Kenneth MacMillan, uno dei massimi maestri della scena britannica del secondo ’900, colui che ha rivoluzionato la danza classica potenziando quel linguaggio espressivo con le risorse del teatro contemporaneo. Il balletto è allestito con l’autorizzazione della Kenneth MacMillan Foundation secondo indicazioni stilistiche e tecniche di Kenneth MacMillan, Gary Harris e Karl Burnett Ballet masters e producers.

Nei ruoli dei due celebri amanti di Verona si alternano quattro coppie: Polina Buldakova e Gabriel Lopes (il 3, 7 ore 20 e 8 maggio); Maite Nunes e Marcos Yago (il 4 ore 14.30); Luanna Gondim e Kirill Makurin (il 4 ore 20 e il 7 ore 14.30); Daria Tichonova e Pavel Savin (il 5 maggio).

La sonnambula

Un grande cast per il capolavoro belcantistico di Bellini

Teatro Regio, mercoledì 10 aprile 2019 ore 20

Dopo un’assenza di più di vent’anni, mercoledì 10 aprile alle ore 20 torna sul palcoscenico del Regio uno dei più apprezzati capolavori belcantistici di Vincenzo Bellini: La sonnambula; alla guida dell’Orchestra e del Coro del Teatro Regio il maestro Renato Balsadonna; in scena, le voci di Ekaterina Sadovnikova (Amina), Antonino Siragusa (Elvino), Nicola Ulivieri (Rodolfo); il Coro è istruito dal maestro Andrea Secchi. L’allestimento del Teatro Regio è realizzato in coproduzione con il Teatro la Fenice di Venezia.

La produzione è realizzata con il sostegno di Italgas, socio fondatore del Teatro Regio e una delle aziende più antiche del Paese. Nella scelta di sostenere il ritorno in scena del capolavoro del compositore catanese, Italgas conferma la propria visione della cultura come elemento di vicinanza alle comunità in cui opera e di rafforzamento del legame con la città in cui nacque oltre 180 anni fa.

Sul podio il maestro Renato Balsadonna, che ha diretto in grandi teatri quali l’Opera di Francoforte, la Royal Opera House di Londra, il Mariinskij di San Pietroburgo, la Fenice di Venezia e l’Arena di Verona, e che ha collaborato con importanti etichette discografiche: EMI, Deutsche Grammophon, Warner Classic, Opera Rara e Chandos.

Pinocchio

A grande richiesta, aggiunta una recita per l’opera-gioiello di Pierangelo Valtinoni

Teatro Regio, sabato 23 marzo 2019 ore 20

Venerdì 22 marzo alle ore 20 e sabato 23 marzo alle ore 16 e alle ore 20 va in scena Pinocchio di Pierangelo Valtinoni, opera in due atti su libretto di Paolo Madron, liberamente tratto da Le avventure di Pinocchio di Carlo Collodi. Tre le recite riservate alle scuole: mercoledì 20 alle ore 15, giovedì 21 e venerdì 22 alle ore 10.30. Data la grande richiesta di pubblico, e dato che i biglietti sono andati esauriti in brevissimo tempo, il Teatro ha aggiunto una recita aperta a tutti, che avrà luogo sabato 23 marzo alle ore 20. I biglietti per questa recita costano € 15; per gli under 16 e per i fruitori della 18app, posti ridotti a € 10.

Dopo il grande successo delle Stagioni 2010/11 e 2011/12, il Teatro Regio ripropone al suo pubblico di grandi e più piccoli l’ormai celeberrimo Pinocchio di Valtinoni e Madron, nel meraviglioso allestimento di Luca Valentino. In palcoscenico, i solisti e il Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi”, istruito dal maestro Claudio Fenoglio e i giovani cantanti di Opera Assieme; l’Orchestra del Teatro Regio è diretta dal maestro Giulio Laguzzi.

Agnese

Comicità, azione e lieto fine per l’opera di Ferdinando Paer in prima rappresentazione moderna
Diego Fasolis dirige l’Orchestra e il Coro del Regio
Leo Muscato firma il nuovo allestimento

Teatro Regio, martedì 12 marzo 2019 ore 20

Martedì 12 marzo 2019, alle ore 20, il Regio mette in scena il nuovo allestimento dell’opera Agnese di Ferdinando Paer (1771-1839), che catalizzerà la curiosità del pubblico e l’attenzione della critica attorno a questo titolo, proposto in prima rappresentazione moderna.

L’Orchestra e il Coro del Teatro Regio, diretti da Diego Fasolis, riporteranno alla luce una gemma dimenticata del melodramma italiano di primo Ottocento: l’opera semiseria Agnese, del parmense di origini austriache Ferdinando Paer. Il nuovo allestimento del Regio vede Leo Muscato alla regia e come interpreti María Rey-Joly (Agnese), Markus Werba (Uberto), Edgardo Rocha (Ernesto), Filippo Morace (Don Pasquale), Andrea Giovannini (Don Girolamo), Lucia Cirillo (Carlotta), Giulia Della Peruta (Vespina) e Federico Benetti (il custode). Istruisce il Coro Andrea Secchi.

Rigoletto

John Turturro firma la regia del nuovo allestimento
Renato Palumbo sul podio dell’Orchestra e Coro del Regio

Teatro Regio, mercoledì 6 febbraio 2019 ore 20

Dopo Il trovatore in apertura di Stagione e La traviata andata in scena a dicembre, il Teatro Regio prosegue e completa la dedica alla trilogia popolare di Giuseppe Verdi con Rigoletto, titolo che dal 1851 continua a sconvolgere la sensibilità degli spettatori per la crudezza dei temi e l’ambivalenza del suo protagonista, padre tenerissimo e crudele giustiziere al tempo stesso.

Mercoledì 6 febbraio alle ore 20 va in scena il nuovo allestimento di Rigoletto di Giuseppe Verdi – realizzato in coproduzione con il Teatro Massimo di Palermo (dove ha debuttato lo scorso ottobre), la Shaanxi Opera House e l’Opéra Royal de Wallonie-Liège – firmato da John Turturro, al suo debutto nel mondo dell’opera. L’attore newyorkese di origini italiane ha recitato in più di 70 film firmati da registi del calibro di Martin Scorsese, Spike Lee, Woody Allen, Francesco Rosi e i fratelli Coen. Sul podio dell’Orchestra e del Coro del Teatro Regio sale Renato Palumbo. Rigoletto è il grande Carlos Álvarez, Gilda è Ruth Iniesta e il duca di Mantova Stefan Pop. Il Coro è istruito magistralmente da Andrea Secchi.

Roberto Bolle and Friends

Artedanza srl presenta
Roberto Bolle and Friends

Tutto esaurito al Regio per il Gala più atteso della Stagione

Teatro Regio, dal 29 al 31 dicembre 2018

Sabato 29 dicembre, alle ore 20.30, domenica 30 dicembre alle ore 16 e lunedì 31 dicembre alle ore 17.30 il Regio offre un viaggio imperdibile nella bellezza della danza.

I Gala Roberto Bolle and Friends si sono trasformati nelle mani di Roberto Bolle, qui nei panni non solo di interprete, ma anche di direttore artistico, in un potente strumento culturale di diffusione della danza, attirando ogni anno migliaia di appassionati e non. Bolle, forte della sua intensissima esperienza internazionale, è riuscito ogni volta a ricreare per ognuno di questi appuntamenti uno spettacolo magico, riunendo alcuni dei più importanti ballerini del mondo e dando vita con loro a programmi vivaci, sorprendenti, che hanno saputo coinvolgere pubblici eterogenei e mai cosi vasti finora. Dai grandi classici, alle coreografie più nuove, Roberto Bolle and Friends ha radunato ogni anno il meglio della danza del mondo, offrendo una possibilità culturale rara e prestigiosa e infrangendo alcuni tabù che costringevano il balletto nella definizione di “arte di nicchia”.

Non solo diversi stili e scuole diverse, ma brani con carica emotiva differente che trasformano lo spettacolo in un vero e proprio viaggio di emozioni: dal divertente e ironico all’elegante e accademico, fino ad arrivare al drammatico.

Madama Butterfly

Daniel Oren sul podio dell’Orchestra e Coro del Regio
Pier Luigi Pizzi firma regia, scene e costumi del capolavoro di Giacomo Puccini

Teatro Regio, giovedì 10 gennaio 2019 ore 20

Giovedì 10 gennaio 2019, alle ore 20, il Regio mette in scena Madama Butterfly di Giacomo Puccini. Daniel Oren, acclamato direttore di fama internazionale, torna dopo una lunga assenza sul podio dell’Orchestra e Coro del Teatro Regio, con la partitura più profonda e commovente di Puccini. Per la prima volta al Regio viene presentato l’allestimento – proveniente dall’Associazione Arena Sferisterio Macerata – creato da Pier Luigi Pizzi, autore di regia, scene e costumi dell’opera. Nel cast: Karah Son (Butterfly), Murat Karahan (Pinkerton) e Simone Del Savio (Sharpless).

Dopo più di vent’anni Daniel Oren torna a dirigere al Regio. Il direttore d’orchestra israeliano è uno dei più rinomati e illustri interpreti del repertorio lirico italiano. Acclamato e applaudito da pubblico e critica, ha diretto in tutti i più importanti teatri del mondo offrendo sempre esecuzioni di grande prestigio. La sua lunga carriera di musicista ebbe inizio a soli tredici anni, al fianco di Leonard Bernstein, prima di dedicarsi alla direzione d’orchestra collaborando con nomi quali Herbert von Karajan e Franco Ferrara. Da allora ha diretto tutti i più grandi artisti della scena internazionale, tra i quali Mirella Freni e Luciano Pavarotti, al Regio, nel 1996, nella Bohème del centenario.

La traviata

Donato Renzetti sul podio dell’Orchestra e Coro del Regio
Per la prima volta a Torino il leggendario allestimento di Henning Brockhaus e Josef Svoboda

Teatro Regio, venerdì 14 dicembre 2018 ore 20

Venerdì 14 dicembre, alle ore 20, il Regio mette in scena La traviata di Giuseppe Verdi. Donato Renzetti, sul podio dell’Orchestra e Coro del Teatro Regio, interpreta il capolavoro del grande compositore di Busseto. Per la prima volta a Torino viene presentato il leggendario allestimento con regia e luci di Henning Brockhaus e scene di Josef Svoboda, proveniente dallo Sferisterio di Macerata e dalla Fondazione Pergolesi-Spontini di Jesi. Nel cast: Maria Grazia Schiavo, Dmytro Popov e Giovanni Meoni. La produzione in cartellone si avvale della partnership di Iren, Socio fondatore del Teatro. «È con piacere e orgoglio che il Gruppo Iren sostiene questa rappresentazione – dichiara il Presidente di Iren, Paolo Peveraro – sia per il valore artistico dell’opera che per lo straordinario allestimento con cui viene proposta. La diretta radiofonica Rai ci consentirà inoltre di condividere questo spettacolo dall’altissimo valore culturale con numerosi appassionati sparsi in tutto il Paese».

L’elisir d’amore

 

Michele Gamba dirige il capolavoro di Gaetano Donizetti
Al Regio lo spettacolo con la regia anni ’50 di Fabio Sparvoli

Teatro Regio, martedì 13 novembre 2018 ore 20

Martedì 13 novembre, alle ore 20, il Regio mette in scena L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti. Michele Gamba, sul podio dell’Orchestra e Coro del Teatro Regio, affronta la più leggera, comica e sentimentale tra le partiture di Donizetti, in uno spettacolo firmato dal regista Fabio Sparvoli. Nel cast: Lavinia Bini, Giorgio Berrugi, Roberto de Candia e Julian Kim.

L’opera, leggera e carica di spunti, è perfetta per una articolata programmazione riservata ai più giovani. Per i ragazzi tra gli 11 e i 14 anni andrà in scena L’elisir d’amore raccontato ai ragazzi, in scena (22 e 23 novembre). Per i più piccoli, tra i 3 e i 6 anni, è previsto – dal 9 all’11 maggio –Dolceamaro e la pozione magica. Entrambi gli spettacoli hanno riduzione e testi di Vittorio Sabadin. Sempre ispirato alle musiche di Donizetti tratte dall’Elisir, il 18 maggio proponiamo il concerto-laboratorio Opera Biberon, dedicato ai bambini da 0 a 3 anni. C’è un Elisir per tutti!

Condividi contenuti