Vinicio Capossela con Mario Brunello

Fuggite, amanti, amor. Rime e Lamentazioni per Michelangelo

Teatro Regio, lunedì 11 febbraio 2008 ore 19.45
Incontro con Mario Brunello - ore 20.30 Concerto

È già sold out il concerto di lunedì 11 febbraio al Teatro Regio con due dei nomi più attesi della Stagione 2007-08 de I Concerti: il cantautore Vinicio Capossela e il violoncellista Mario Brunello.
Capossela arriva a Torino dopo il grande successo negli Stati Uniti, due concerti dal tutto esaurito in gennaio al Kennedy Center di Washington e alla Webster Hall’s Grand Ballroom di New York, oltre alla registrazione unplugged del concerto negli studi della PNR (Public National Radio) di Washington nell’ambito di uno speciale che il programma All Things Considered gli ha dedicato. Il celebre violoncellista Brunello ancora una volta dimostra, con questa collaborazione, la sua natura di musicista onnivoro e coinvolgente, interessato a ogni forma e genere musicale, instancabile sperimentatore e divulgatore. Primo italiano a vincere l’ambìto Concorso Internazionale Čajkovskij nel 1986, da anni suona nelle sale da concerto più prestigiose al mondo ed è chiamato da grandi direttori d’orchestra come Abbado, Muti, Giulini e Mehta.

Fuggite, amanti, amor. Rime e Lamentazioni per Michelangelo è un progetto unico, universale nel suo abbraccio e nella sua attualità, uno spettacolo straordinario, frutto del lavoro di anni, un concerto di ‘fatica, tensione, bellezza’. Risale al 2000 il primo ‘incontro’ tra Capossela e Michelangelo: per l’album Renaissance del musicista francese Philippe Eidel, Capossela incide tre Rime michelangiolesche, che presenta tre anni dopo, al Premio Tenco, per la prima volta assieme a Mario Brunello. La collaborazione tra i due prosegue nel 2006 per Ovunque proteggi e, incontro dopo incontro, emerge il comune interesse per il genere delle lamentazioni, affascinati entrambi dalla compresenza di sacralità e di profonda radice popolare. Sposare in musica le lamentazioni e i sonetti amorosi è stato naturale e l’invito alla rassegna Genio fiorentino (maggio 2007) lo stimolo per Capossela a incidere nuove musiche per otto Rime. Per quanto riguarda la formazione – dice Capossela – «abbiamo pensato al violoncello per esprimere la fatica e alla viola da gamba per la bellezza». Gli fa eco Brunello: «una voce come quella di Vinicio, che dell’arco ha la tensione dell’attrito e la flessibilità del legno curvo che fa vibrare il sistema nervoso delle corde, sarà affiancata da corpi legnosi, forme antiche di viole da gamba e violoncello». E poi ancora il pianoforte di Capossela, il theremin e i campionatori che ampliano l’orizzonte sonoro. Sul palco, con Capossela e Brunello, Paolo Pandolfo (viola da gamba), Christoph Urbanetz (viola da gamba), Sergio Alvares (viola da gamba), Vincenzo Vasi (theremin e campionatore); le orchestrazioni sono di Carlo Rebeschini.

Nel corso del concerto, accanto alle Rime, anche un inedito intitolato Noli me tangere composto da Capossela su ispirazione di un dipinto attribuito al Pontormo, e poi ancora Bach, Monteverdi, Sollima.
Un concerto che canterà «l’amore soprattutto, e la bellezza, come qualcosa che priva di se stessi… o come foco… e il non riparo dalla bellezza, dal volto amato, che per il poco spazio degli occhi par che entri, e s’avvien che trabocchi…».
Come di consueto, alle ore 19.45, Prima della musica un’occasione straordinaria per ascoltare e chiacchierare proprio con Mario Brunello.

I biglietti sono esauriti. Alla Biglietteria del Teatro Regio, piazza Castello 215, tel. 011.8815.241/242 sarà possibile acquistare, un’ora prima dell’inizio del concerto, 30 biglietti last minute al costo di 15 €.
Per informazioni Tel. 011 8815.557.

Torino, 6 Febbraio 2008

Paola Giunti
Capo Ufficio Stampa