Cats

Teatro Regio, Giovedì 25 Febbraio 2016 - Domenica 28 Febbraio 2016

Presentazione

Immagine per la locandina di Cats

Il poeta e drammaturgo Thomas Stearns Eliot (autore di Assassinio nella cattedrale e La terra desolata) raccolse, nel Libro dei gatti tuttofare del 1939, le buffe filastrocche inviate ai nipotini. Dieci anni dopo un altro bimbo, il futuro compositore inglese Andrew Lloyd Webber, ascoltò quei versi a mo’ di ninna-nanna e la loro musicalità gli rimase talmente impressa che nel 1978 decise di trarne uno show, con cui sfidò tutti i pregiudizi. Il primo musical britannico tutto ballato, messo in scena in un teatro "iellato", con l'infortunio della protagonista poco prima del debutto, lo scetticismo dell'ambiente teatrale londinese («Un musical sui gatti? Non funzionerà mai»), l'assenza di finanziatori (chi rifiutò di investire, ancora si mangia le mani; alla fine il compositore dovette ipotecare la tenuta di campagna) e perfino un allarme bomba la sera della prima. Risultato? Un successo strabordante, che sancì l'egemonia europea su Broadway e aprì a Lloyd Webber l'olimpo dello show business. Dal debutto, che ebbe luogo al New London Theatre nel 1981, fu tutto un susseguirsi di record. Tradotto in 15 lingue e visto da più di 73 milioni di spettatori in una trentina di produzioni mondiali, compresa quella italiana di Saverio Marconi, Cats arriva al Teatro Regio dopo un restyling della partitura, a eccezione dell'intoccabile Memory (i versi, ispirati alla Rapsodia in una notte di vento di Eliot, sono del regista Trevor Nunn), già interpretata da centinaia di grandi voci, dalla Streisand a Carreras. Un festoso rito teatral-circense in cui il pastiche si fa cornucopia di ritmi e melodie, un capolavoro per i grandi travestito da kolossal per famiglie, di una modernità ancora tutta da scoprire.

Dati essenziali

Compositore: Andrew Lloyd Webber
Librettista: Robert Nunn e Richard Stilgoe
Prima rappresentazione: 1981 Londra, New London Theater