Otello

Teatro Regio, Martedì 14 Ottobre 2014 - Martedì 28 Ottobre 2014

Logo di Intesa Sanpaolo

Presentazione

Foto di scenaWilliam Mulready: Ritratto di Ira Aldridge nel ruolo di Otello

Nel dicembre 1879 Verdi, sessantaseienne, riceve nella sua villa di Sant’Agata il libretto che Arrigo Boito aveva tratto dall’Otello di Shakespeare. Nel 1880 il compositore chiede al pittore Domenico Merelli di dipingere alcuni soggetti dell’opera, ma solo nel 1884 comincia a comporla; sarà terminata il 18 dicembre 1886. La prima si svolse il 5 febbraio 1887 al Teatro alla Scala, dirigeva Franco Faccio, al termine un trionfo: 19 chiamate, Verdi venne riaccompagnato all’Hotel Milan in una carrozza alla quale gli ammiratori avevano staccato i cavalli, il compositore dovette ancora affacciarsi al balcone della sua camera e Francesco Tamagno, il primo Otello, dovette ricantare l’“Esultate!”. Dalla prima di Aida erano passati sedici anni, in mezzo c’erano state le nuove versioni di Simon Boccanegra e Don Carlos. L’ambiente musicale e culturale italiano era mutato: c’era la Scapigliatura, c’era il grande influsso a distanza del teatro wagneriano che molti critici polemicamente contrapponevano al teatro verdiano, considerato superato. Il settantatreenne compositore rispose con un’opera che tutti riconobbero come modernissima, senza però comprendere (come ci è dato fare oggi) che essa non rappresentava affatto l’abbandono dal percorso creativo precedente, ma semplicemente il suo maturo e naturale coronamento.

Dati essenziali

Compositore: Giuseppe Verdi
Librettista: Arrigo Boito
Prima rappresentazione: 1887 Milano, Teatro alla Scala

Allestimenti precedenti:

1887, 1889, 1894, 1900, 1914, 1936, 1941, 1949, 1954, 1956, 1964, 1970, 1981, 1997