Biancaneve

Teatro Regio, Giovedì 19 Maggio 2011 - Giovedì 26 Maggio 2011

Argomento

Il balletto ripercorre passo passo la conosciutissima fiaba dei fratelli Grimm. La regina buona è morta dando alla luce Biancaneve. Dopo qualche anno il padre si risposa con una donna bellissima ignorando che è in realtà una strega, dotata di uno specchio magico a cui ogni giorno chiede: «specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?» per il gusto di farsi rispondere «la più bella mia regina sei tu». Quando lo specchio le risponde che la più bella è Biancaneve, per la povera fanciulla si avvicinano giorni bui. Costei deve morire, la regina vuole il suo cuore, ma il guardiacaccia incaricato dalla perfida la inganna, lascia la fanciulla in un bosco e le porta il cuore di un cerbiatto. Nel bosco la incontreranno i sette nani e la porteranno a vivere con loro. Ma un brutto giorno la regina cattiva chiede di nuovo allo specchio chi è la più bella del reame. E lo specchio magico risponde ancora Biancaneve. La strega allora si mette alla ricerca della povera fanciulla. Si traveste da vecchina e le offre una mela stregata che la giovane accetta. Al primo morso cade a terra morta. I nani disperati la depongono in una bara di cristallo. Un giorno un principe la vede, se ne innamora e la bacia. La fanciulla si risveglia. Scocca l’amore. E vissero insieme felici e contenti. Mentre la strega morirà in un terribile supplizio.