La traviata

Teatro Regio, Venerdì 22 Aprile 2011 - Sabato 7 Maggio 2011

Logo Intesa Sanpaolo

Comunicato stampa

Un eterno successo firmato da Laurent Pelly e diretto da Patrick Fournillier

Teatro Regio, venerdì 22 Aprile 2011, ore 20

Venerdì 22 aprile va in scena al Teatro Regio La traviata di Giuseppe Verdi nel fortunato allestimento firmato da Laurent Pelly che ha inaugurato la Stagione 2009-2010 e che ha raccolto entusiastici giudizi nella tournèe in Giappone ottenendo inoltre vari premi dalla critica giapponese come miglior spettacolo dell’anno. In occasione di questa edizione, la regia sarà ripresa da Laurie Feldman. Sul podio dell’Orchestra e del Coro del Teatro Regio sale il direttore francese Patrick Fournillier. Le scene sono di Chantal Thomas e le luci di Gary Marder. Protagonisti del melodramma verdiano sono: Aleksandra Kurzak, al suo debutto a Torino, Stefano Secco, Fabio Maria Capitanucci e Chiara Fracasso. Il maestro del coro è Claudio Fenoglio.

Composta da Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, tratto dalla pièce  teatrale La signora delle camelie di Alexandre Dumas figlio, La traviata andò in scena per la prima volta nel 1853 al Teatro La Fenice di Venezia facendo molto discutere. Nuovamente ripresa a Venezia l’anno dopo, raccolse invece un successo enorme. Al centro della storia – ambientata nella Parigi di metà Ottocento – la bella Violetta Valéry, personaggio realmente esistito con il nome di Marie Duplessis, cortigiana parigina morta giovanissima e amata da Dumas figlio. Violetta arriverà a sacrificare il proprio amore e addirittura la propria vita pur di salvare l’onore dell’amato Alfredo, dopo che Giorgio Germont, padre del giovane, le aveva intimato di troncare la relazione in nome della rispettabilità della famiglia. La solitudine della protagonista e la sua tragedia, l’eterno conflitto tra destino e desiderio, amore e redenzione, sono i temi principali di una delle storie più conosciute e amate al mondo.  

A proposito de La traviata, il Maestro Patrick Fournillier afferma: «dirigere Verdi è come sfidare il mito. Sono contento di affrontare Verdi con un complesso italiano. Io credo che, a differenza di quanto accade in Francia, nel vostro paese esista ancora, da parte di chi fa musica, un attaccamento quasi orgoglioso nei confronti del repertorio nazionale. E questa affinità consente di sviluppare un suono e uno stile peculiari, di cui Verdi non può davvero fare a meno ». Laurent Pelly aggiunge: «la scenografia è un elemento costante per tutta la durata dell’opera, ha il difficile ruolo di generatore semiotico: così un palcoscenico può contenere più palcoscenici, divenire il prato della campagna nell’unico momento felice dell’opera o la sala delle feste dove si esibiscono le cortigiane ma anche la casa di Violetta morente o il cimitero di Montmartre. Stessa sobrietà si ritrova nei costumi, ispirati all’Ottocento ma che potrebbero essere indossati anche oggi».

Per la prima volta a Torino, nel ruolo di Violetta canterà Aleksandra Kurzak, soprano polacco di spiccato talento, alla quale si alternerà nelle recite del 5 e del 7 aprile Silvia Dalla Benetta. Il tenore Stefano Secco sarà Alfredo, ruolo che ha già interpretato sotto la direzione del Maestro Muti alla Scala di Milano. Nella parte di Giorgio Germont il baritono italiano Fabio Maria Capitanucci. Completano il cast Bernadette Lucarini (Annina), Enrico Iviglia (Gastone), Paolo Maria Orecchia (il barone Douphol), Seth Mease Carico (il marchese D'Obigny), Dario Russo (dottor Grenvil).
Intesa Sanpaolo, recentemente entrata in qualità di nuovo Socio Fondatore del Teatro Regio è Partner di questa produzione. Inoltre, il 5 maggio l’Antica  Cantina Sociale di Canelli offrirà a tutto il pubblico un brindisi con La Cuvée del Regio, spumante realizzato in edizione limitata in onore del Regio.

La traviata sarà trasmessa in diretta da Rai-Radio3 venerdì 22 aprile alle ore 20.

I biglietti per La traviata, in scena dal 22 aprile al 7 maggio, sono esauriti in prevendita. Saranno quindi disponibili solo 30 ingressi last minute un’ora prima dell’inizio degli spettacoli presso la biglietteria del Teatro Regio, piazza Castello 215 - Tel. 011.8815.241/242 - e-mail: biglietteria@teatroregio.torino.it - www.teatroregio.torino.it .

Torino, 13 aprile 2011