Peter Grimes

Teatro Regio, Mercoledì 24 Febbraio 2010 - Mercoledì 10 Marzo 2010

Comunicato stampa

Il teatro di Britten letto da Yutaka Sado

Teatro Regio, mercoledì 24 febbraio 2010 ore 20

Mercoledì 24 febbraio andrà in scena al Teatro Regio, per la prima volta nella versione originale, uno dei capolavori del teatro musicale del Novecento: Peter Grimes opera in un prologo e tre atti di Benjamin Britten, dal poema The Borough di George Crabbe su libretto di Montagu Slater. L’allestimento, del Théâtre Royal de la Monnaie di Bruxelles, porta la firma prestigiosa del regista “di culto” tedesco Willy Decker, mentre sul podio dell’Orchestra e del Coro del Teatro Regio salirà il maestro Yutaka Sado, un doppio debutto per il direttore nato a Kyoto nel 1961: nel Peter Grimes e nella direzione d’opera in Italia. Grandissimi gli interpreti, a partire dal tenore Neil Shicoff nel ruolo del protagonista e Cornelia Wulkopf, che sarà al Regio per la prima volta. Tornano nel nostro teatro: Mark S. Doss, indimenticabile Jochanaan nella Salome di Carsen, Nancy Gustafson, Elena Zilio e Mark Milhofer. Il maestro del Coro sarà Roberto Gabbiani.

The Borough di George Crabbe è una sequenza di ritratti degli abitanti di una comunità spesso ostile, sempre in lotta con la natura, impegnata in uno spietato duello con se stessa. Il Borgo si trova sulla costa del Suffolk, ben nota a Britten che nacque poco distante. La storia di Peter Grimes è ambientata intorno al 1830: il pescatore Peter Grimes, sotto inchiesta per la morte del suo giovane aiutante William, viene assolto dal giudice, ma la comunità continua a crederlo colpevole. Grimes intanto ha trovato un nuovo aiutante grazie all’aiuto del farmacista Keene ed Ellen Orford, maestra elementare che il pescatore vorrebbe sposare, si offre di andare a prendere il giovane all’orfanotrofio. Una domenica mattina Ellen si accorge che John, il nuovo aiutante di Peter, ha un livido sul collo e accusa il pescatore che, nonostante il giorno di festa, è appena giunto per portare il ragazzo a lavorare. Grimes si sente frustrato, vuole guadagnare di più per sposare Ellen e invece la donna lo accusa della violenza: Peter la colpisce e, sotto gli occhi degli abitanti del villaggio, si allontana con John. Durante la fuga il ragazzo cade dagli scogli e muore, Grimes scappa. Il terzo e ultimo atto racconta di un Grimes braccato e accusato dalla comunità per la morte di John, il protagonista ha perso ogni speranza, sa che non potrà esservi alcun riscatto per lui e all’alba, mentre il Borgo riprende indifferente la sua vita, si allontana per affondare insieme alla sua barca.

Rispetto al personaggio di Crabbe, in un ritratto psicologico tra i più complessi del teatro d’opera contemporaneo, Slater, con Britten e il suo compagno Pears (che fu il protagonista della prima assoluta al Sadler’s Wells di Londra nel 1945) trasformarono Peter Grimes in una vittima delle circostanze e della comunità, e il suo violento comportamento divenne il frutto della sua incessante smania di lavoro: una denuncia terribile verso il complesso di superiorità dei suoi concittadini e sulla loro totale mancanza di umanità. La regia di Decker, come la drammaturgia dell’opera, lascia aperto il giudizio sul protagonista. «Non c’è giudizio morale nella lettura di Decker. La regia si limita a esporre le ragioni del conflitto», spiega François de Carpentries, che a Torino riprende la regia di Decker; gli fa eco Yutaka Sado: «Peter Grimes non è un eroe, ma nemmeno un cattivo… l’opera è stata scritta in piena Seconda Guerra Mondiale… Grimes è figlio di questa durezza».

Sado e de Carpentries concordano sulla centralità del coro, un personaggio fondamentale che osserva, interviene, commenta e giudica con spietata freddezza. Conclude Sado: «sono felice di tornare a collaborare con Roberto Gabbiani, che avevo conosciuto a Santa Cecilia, sono certo sarà un lavoro molto stimolante».

Nel corso delle otto recite, dal 24 febbraio al 10 marzo, si alterneranno Neil Shicoff  e Jon Ketilsson (Peter Grimes), Nancy Gustafson e Janice Watson (Ellen Orford), Elena Zilio e Claudia Nicole Bandera (Mrs. Sedley). Mark S. Doss sarà il capitano Balstrode; Cornelia Wulkopf interpreterà Auntie e Mark Milhofer sarà Bob Boles. Completano il cast Silvia Colombini, Daniela Schillaci, David Wilson-Johnson, George Von Bergen, Lucas Harbour, Dominic Armstrong ed Enzo Porraro nella parte del dottor Crabbe. Le scene e i costumi portano la firma di John Macfarlane, collaboratore di lunga data di Decker, le luci sono di David Finn e la coreografia è di Athol Farmer.

Peter Grimes sarà trasmesso in diretta da Rai-Radio3 il 24 febbraio alle ore 20 e sarà presentata al pubblico da Ernesto Napolitano nell’Incontro con l’Opera che si terrà al Piccolo Regio Puccini mercoledì 17 febbraio alle ore 17.30.

Biglietteria del Teatro Regio, piazza Castello 215 - Tel. 011.8815.241/242 - e-mail: biglietteria@teatroregio.torino.it - www.teatroregio.torino.it

Torino, 29 gennaio 2010

Paola Giunti
Capo Ufficio Stampa