Valzer a tempo di guerra

Spettacolo in occasione del centenario dalla fine della Grande Guerra

Piccolo Regio Puccini, mercoledì 28 novembre 2018

Quest’anno si compie il 100° anniversario della fine del Primo Conflitto Mondiale. Per l’occasione, il Teatro Regio rende omaggio alla Grande Storia proponendo una sua produzione di successo: Valzer a tempo di guerra, spettacolo in cui un racconto verbale e un racconto musicale si intrecciano, si confondono, si scambiano di ruolo nel disegno della Grande Guerra, attraverso una chiave di lettura musicale, ovvero La Valse di Maurice Ravel.

Il testo e la regia sono di Monica Luccisano, al pianoforte siederà Diego Mingolla, che accompagnerà il mezzosoprano Manuela Custer e Sax Nicosia, voce recitante; le luci sono di Mario Merlino. Valzer a tempo di guerra sarà in scena al Piccolo Regio Puccini mercoledì 28 novembre alle ore 20 e, in un appuntamento riservato alle scuole, alle ore 10.30. Lo spettacolo è indicato per i ragazzi dai 14 ai 18 anni.

Il tempo ternario de La Valse riassume un’epoca, che è poi quella nella quale viene composta (1914-1920), è una pagina dall’aspetto precario, in cui il tempo di valzer si sgretola mentre il suono esplode irrazionale e violento, recando il trauma di un capitolo funesto della storia, la Grande Guerra, con la quale si frantumarono bruscamente i giorni danzanti della Belle Époque. Tra le note di Ravel e di altri compositori, si dispiegano i terribili giorni di guerra, raccontati da otto testimoni che hanno vissuto in prima persona l’immane tragedia. Le loro testimonianze verranno lette per ricomporre un momento della Storia contemporanea vista attraverso gli occhi di uomini e donne di diversa provenienza ed estrazione sociale: soldati e ufficiali, prigionieri e condannati, una maestra e i suoi scolari, un medico e un’infermiera, un cecchino e un disertore. Uomini e donne di tutte le nazioni coinvolte nel conflitto, raccontano ognuno la propria guerra: piccole storie immerse nella grande Storia.

«La scelta di dedicare uno spettacolo alla Grande Guerra – racconta Monica Luccisano – deriva non solo dalla ricorrenza del centenario, ma vuole riportare l’attenzione sui temi assoluti della memoria storica, musicale e sociale: una o più storie di guerra ci restituiscono anche una riflessione sull’uomo e sulla sua identità».

In collaborazione con il Museo Nazionale del Risorgimento è prevista un’attività didattica di preparazione allo spettacolo, che prevede la visita tematica Verso la Grande Guerra.

Per lo spettacolo delle ore 20 al Piccolo Regio Puccini, inserito nella programmazione di Al Regio in famiglia, sono in vendita i biglietti al costo di € 10 per gli adulti e di € 8 per i ragazzi fino a 16 anni; sono inoltre disponibili alcuni posti a ingresso gratuito, riservati agli under 16 accompagnati da una persona adulta.

Biglietteria del Teatro Regio, piazza Castello 215 - Tel. 011.8815.241/242, presso Infopiemonte-Torinocultura, alla Biglietteria del Teatro Stabile, on line su www.vivaticket.it e telefonicamente con carta di credito al n. 011.8815.270. Info: tel. 011.8815.557 e www.teatroregio.torino.it.

Per informazioni e prenotazioni sulla recita riservata alle scuole, contattare l’Ufficio Attività Scuola al numero 011.8815.209 e consultare il sito www.teatroregio.torino.it. Per ulteriori informazioni e approfondimenti, è attivo il blog La Scuola all’Opera.

Le attività rivolte alle scuole sono realizzate in collaborazione con la Fondazione Cosso, gli Amici del Regio e Fondazione Banca Popolare di Novara.

Seguite il Teatro Regio sui nostri social media:

 

            
 
Torino, 13 novembre 2018
 
UFFICIO STAMPA
Teatro Regio, Direzione Comunicazione e Stampa
Paola Giunti (Direttore), Sara Zago e Paolo Cascio (Relazioni con la Stampa)
Tel: +39 011.8815.239/237 - ufficiostampa@teatroregio.torino.it - giunti@teatroregio.torino.it
zago@teatroregio.torino.it - cascio@teatroregio.torino.it - www.teatroregio.torino.it