Mariotti dirige l'Orchestra e il Coro del Regio in Brahms e Schubert

Michele Mariotti sul podio dell’Orchestra e Coro del Teatro Regio. In programma brani di Johannes Brahms e Franz Schubert

Teatro Regio, venerdì 27 aprile 2017 ore 20.30

Venerdì 27 aprile, alle ore 20.30, Michele Mariotti dirige l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio in un concerto dedicato a due grandi autori dell’Ottocento: Johannes Brahms e Franz Schubert. Il direttore d’orchestra, impegnato parallelamente al Regio ne I Lombardi alla prima crociata, si è distinto in più occasioni come fine interprete del patrimonio sinfonico mitteleuropeo, offrendo luminose letture dei grandi capolavori del repertorio romantico che hanno conquistato pubblico e critica. «Schubert e Brahms sono due facce del Romanticismo – spiega Mariotti – mi piaceva presentare in uno stesso concerto due facce dell’eroismo quotidiano. Adoro Schubert e sono felicissimo di eseguirlo, normalmente lo abbino a Beethoven o Mahler, questa stavolta ho scelto Brahms. Le due composizioni corali di Brahms, in particolare, sono due pagine bellissime e sono felicissimo di eseguirle a Torino con un coro che è un’eccellenza – per l’occasione istruito da Andrea Secchi - un coro che conosco molto bene»
Nella prima parte del programma Mariotti affronta tre pagine di Brahms. Il concerto si apre con la Tragische Ouvertüre, scritta nel 1880 durante un periodo di riflessione tra la Seconda e la Terza sinfonia. L’aggettivo “Tragica” del titolo si riferisce all’atmosfera grave, tesa e incisiva – quasi da tragedia – che pulsa all’interno del brano. Non mancano, tuttavia, accenni di speranza in questa composizione particolarmente ricca di dinamismo espressivo. Il programma segue con Nänie, pagina composta nel 1881, per coro e orchestra, scritta in memoria del pittore Anselm Feuerbach. Per questo lavoro, articolato in tre movimenti, Brahms utilizzò alcuni versi di Schiller nei quali, con riferimento ai miti di Orfeo, Adone, Afrodite, Teti, Plutone e Achille, si leva un mesto canto sulla bellezza perduta. Chiude la prima parte del concerto, il Schicksalslied, ovvero il "Canto del destino", sempre per coro e orchestra. È questa una stupenda meditazione sul destino dell’uomo, sul suo dovere di amore e fratellanza nonostante l’ineluttabile fine. La partitura, articolata in tre movimenti, musica alcuni testi tratti dalla novella Hyperion di Hölderlin, nella quale il fulcro del discorso è la rivelazione della creazione artistica come punto di unione tra l’uomo e gli dei. Durante i travagliati anni passati a comporre lo Schicksalslied, Brahms si dedicò, in più riprese, allo studio di alcuni lieder di Schubert. Quelle pagine così pure, adamantine e perfette nella loro brevità, incantarono Brahms che decise di orchestrarne diverse.
Proprio Schubert è il protagonista della seconda parte del concerto diretto da Mariotti, in programma la Sinfonia n. 4 in do minore (Tragica), partitura che rientra all’interno del Progetto Schubert. Completata nel 1816, la partitura rimase ineseguita fino al 1849, l’aggettivo “Tragica”, apposto dall’autore stesso sul frontespizio del manoscritto, vuole idealmente creare un legame con le partiture di più densa memoria beethoveniana, come l’Ouverture “Coriolano” o la celebre Quinta, composta circa un decennio prima ma ormai divenuta modello per ogni contemporaneo dell’epoca.
I biglietti per il concerto sono in vendita alla Biglietteria del Teatro Regio (aperta da martedì a venerdì ore 10.30-18, sabato 10.30-16 e un’ora prima del concerto - Tel. 011.8815.241/242). Primo settore € 29, secondo settore € 25, terzo settore € 22. Ridotti: € 25, € 23, € 20 (riservati agli over 65 e agli abbonati alla Stagione d’Opera e di Balletto 2017-2018); un’ora prima del concerto, eventuali posti disponibili saranno messi in vendita al prezzo di € 15. Per gli under 18 è possibile acquistare i biglietti, in ogni settore, a € 10, un vero e proprio invito al concerto per avvicinare i più giovani al grande patrimonio concertistico. Posti limitati a ingresso gratuito per gli under 16 accompagnati da adulti. Biglietti in vendita anche presso Infopiemonte-Torinocultura, punti vendita Vivaticket o call center: tel. 892.234, e telefonicamente al n. 011.8815.270 (da lunedì a venerdì ore 9-12). Ulteriori informazioni su www.teatroregio.torino.it.
Seguite il Teatro Regio sui nostri social media

            

Torino, 12 aprile 2018

UFFICIO STAMPA
Teatro Regio, Direzione Comunicazione e Stampa
Paola Giunti (Direttore), Sara Zago e Paolo Cascio (Relazioni con la Stampa)
Tel: +39 011.8815.237/239
ufficiostampa@teatroregio.torino.it giunti@teatroregio.torino.it
zago@teatroregio.torino.it - cascio@teatroregio.torino.it -