Concerto Michele Mariotti

Michele Mariotti sul podio dell’Orchestra e Coro del Teatro Regio
Un concerto dedicato interamente al genio di Franz Schubert

Teatro Regio, sabato 6 maggio 2017 ore 20.30

Sabato 6 maggio alle 20.30, Michele Mariotti torna sul podio dell’Orchestra e Coro del Teatro Regio, per un programma interamente dedicato a Franz Schubert. Del grande compositore viennese viene eseguita la celebre Sinfonia n. 8 in si minore D 759 (Incompiuta) e la Messa n. 6 in mi bemolle maggiore per soli, coro e orchestra D 950, con Alessandra Marianelli (soprano), Raffaella Lupinacci (contralto), Alessandro Luciano, Marco Ciaponi (tenori) e Michele Pertusi (basso). Maestro del coro: Claudio Fenoglio. Il concerto inaugura il Progetto Schubert che proporrà ogni anno, da questa Stagione, i principali lavori sinfonici e sacri del compositore.

A proposito della Sinfonia n. 8, composta nel 1822 e formata da sue soli movimenti, Mariotti ne sottolinea il carattere avanguardistico che anticipa il clima della Mitteleuropa di fine Ottocento, con tratti di drammatica disperazione che soltanto Mahler saprà cogliere a fondo e portare al massimo sviluppo. Questa Sinfonia cadde nell’oblio per decenni finché, nel 1865, il direttore d’orchestra Johann Herbeck ritrovò il manoscritto autografo in casa di un vecchio amico e compagno di studi di Schubert, portando così alla luce un capolavoro fino ad allora sconosciuto. I primi due movimenti sono completi in tutti i particolari, mentre del terzo restano solo degli appunti incompleti e non c’è traccia di un finale, ragione per cui l’Ottava sinfonia passò alla storia come “Incompiuta”.

Per quanto riguarda la Messa, Mariotti afferma: «è per me un testamento spirituale, una summa di tutta la sua poetica, con i caratteristici tempi estesi del suo ultimo stile, le sue inquietudini irrisolte, i suoi repentini cambi di modo e di stati d’animo. Questa Messa è tutta attraversata da momenti di grande pathos, da fremiti d’angoscia la cui presenza strisciante è sempre pronta ad affiorare, nonostante i momenti di serenità. Anche questi ultimi però, come il Kyrie, presentano una dolcezza che non è mai da confondere con la semplicità o l’assenza di tensioni». Composta nel 1828, questa Messa è l’ultimo lavoro sacro del compositore. Suddivisa nei canonici movimenti, presenta una caratteristica unica: all’interno del Credo non sono musicati i versi: “Et in unam sanctam, catholicam et apostolicam Ecclesiam”, omissione forse dovuta alla trascuratezza del compositore ma riferibile, forse, anche ad una deliberata insofferenza di Schubert nei confronti della chiesa cattolica.

I biglietti per il concerto sono in vendita alla biglietteria del Teatro Regio (aperta da martedì a venerdì ore 10.30-18, sabato 10.30-16 e un’ora prima del concerto - Tel. 011.8815.241/242). Per i diciottenni che desiderano utilizzare il proprio Bonus Cultura al Regio, il costo del biglietto è di 10 € e con l’aggiunta di 1 € hanno la possibilità di ottenere un ulteriore biglietto. Biglietti interi a € 29, € 25, € 22. Ridotti: € 25, € 23, € 20 (riservati agli over 65 e agli abbonati alla Stagione d’Opera e di Balletto 2016-2017); un’ora prima del concerto, eventuali posti disponibili saranno messi in vendita al prezzo di € 15. Per gli under 18 è possibile acquistare i biglietti, in ogni settore, a € 10, un vero e proprio invito al concerto per avvicinare i più giovani al grande patrimonio concertistico. Biglietti in vendita anche presso Infopiemonte-Torinocultura, Biglietteria del Teatro Stabile, punti vendita Vivaticket, on line su www.teatroregio.torino.it e telefonicamente con carta di credito al n. 011.8815.270 (da lunedì a venerdì ore 9-12). Ulteriori informazioni su www.teatroregio.torino.it.

Torino, 21 aprile 2017

UFFICIO STAMPA
Teatro Regio, Direzione Comunicazione e Pubbliche Relazioni
Paola Giunti (Direttore), Sara Zago e Paolo Cascio (Relazioni con la Stampa) - Telefono: +39 011 8815.233/239
ufficiostampa@teatroregio.torino.it – giunti@teatroregio.torino.it – zago@teatroregio.torino.it - cascio@taetroregio.torino.it