Concerti extra

Concerti che non rientrano in altri cartelloni

Torino Classical Music Festival

Il Teatro Regio per Torino Classical Music Festival

Torino, piazza San Carlo 23 e 26 giugno 2015

Anche quest’anno i complessi artistici del Teatro Regio saranno protagonisti del Torino Classical Music Festival, che – giunto alla terza edizione – saluta l’estate sulle note dei più grandi compositori di tutti i tempi, attraverso le opere, le sinfonie e i concerti, e offre ai torinesi e ai turisti un viaggio attraverso le principali culture musicali del mondo, in omaggio a EXPO 2015.

Il Festival è un progetto della Città di Torino realizzato dalla Fondazione per la Cultura Torino; Main Partner sono Intesa Sanpaolo e Iren; Media Partner La Stampa.

Concerti extra

Alcuni componenti dell'ensemble Pentabrass
Pentabrass - Metti in Piazza la Cultura

Pentabrass - Metti in Piazza la Cultura

L'ensemble Pentabrass

Interpreti

Quintetto di ottoni del Teatro Regio

Ivano Buat tromba
Marco Rigoletti tromba
Ugo Favaro corno
Vincent Lepape trombone
Rudy Colusso tuba


Programma

Georg Friedrich Händel (1685-1759)

Musica per i reali fuochi d’artificio

 

Nell’ambito del Festival “Metti in piazza la Cultura”

Concerti extra

Il Regio al Torino Classical Music Festival

Concerti extra

Piazza San Carlo durante il Festival Mozart
Torino Classical Music Festival - Concerto Rossini

Concerti extra

Piazza San Carlo durante il Festival Mozart
Torino Classical Music Festival - Carmen

Concerto Rossini

Luogo: 
Piazza San Carlo
Piazza San Carlo gremita durante il Festival Mozart

Interpreti

Giampaolo Bisanti direttore

Orchestra del Teatro Regio


Programma

Gioachino Rossini (1792-1868)
Sinfonie d’opera

L’italiana in Algeri
Il turco in Italia
Il barbiere di Siviglia
La scala di seta
Semiramide
La gazza ladra
La Cenerentola
Guglielmo Tell

Carmen

Luogo: 
Piazza San Carlo
Piazza San Carlo gremita durante il Festival Mozart

Opéra-comique in quattro atti
Libretto di Henri Mailhac e Ludovic Halévy
dalla omonima novella di Prosper Mérimée
Adattamento e testo di Marco Ravasini

 

Musica di Georges Bizet
 

Personaggi

Interpreti

Carmen, zingara mezzosoprano

Ekaterina Semenchuk

Don José, caporale dei dragoni
tenore


Francesco Meli

Micaëla, fanciulla del paese
soprano

Erika Grimaldi
Escamillo, torero baritono

Elia Fabbian

St. Matthew Passion

L’Orchestra e il Coro del Teatro Regio protagonisti di una prima assoluta di James W. Newton

Torino, Auditorium Rai, 30 maggio 2015, ore 18

Sabato 30 maggio, ore 15, presso l’Auditorium RAI di Torino, all’interno del Torino Jazz Festival, e nell’ambito della rassegna Note per la Sindone, l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio, diretti da Grant Gershon, interpreteranno in prima assoluta la St. Matthew Passion per soli, coro, orchestra e sezione ritmica, di James W. Newton.

L’Orchestra e il Coro del Teatro Regio – quest’ultimo magistralmente istruito da Claudio Fenoglio – forti di una grande esperienza con i linguaggi musicali contemporanei, affrontano ora una nuova e impegnativa sfida artistica. La partitura di Newton combina la lezione musicale di Olivier Messiaen, improntata all’economia di mezzi e suoni, con il jazz contemporaneo, ardito e vivace, senza tralasciare una forte matrice afroamericana proveniente dallo spiritual e dal blues. Newton reinterpreta così, con il suo linguaggio eclettico e ricco, una delle forme della musica sacra più antiche della storia della musica: la Passione. Una visione artistica senza precedenti che in virtù della profondità spirituale supera le barriere dei generi e degli stili musicali.

Il Teatro Regio per il Nepal

Concerto di solidarietà

Teatro Regio Torino, giovedì 11 giugno 2015 ore 20.30

Giovedì 11 giugno ore 20.30 al Teatro Regio, Gianandrea Noseda sul podio dell’Orchestra del Teatro Regio, il Coro del Teatro Regio e il Coro di voci bianche del Regio e del Conservatorio “G. Verdi” diretti da Claudio Fenoglio, e i piccoli musicisti e cantori delle Pequeñas Huellas, daranno vita a un concerto di solidarietà a favore della popolazione del Nepal, tragicamente colpita dal terremoto dello scorso 25 aprile. I fondi raccolti andranno alla ONLUS Friuli Mandi Nepal Namastè, un’associazione di volontari presente in Nepal da più di un decennio, e saranno destinati alla costruzione di otto aule della Mahendrodaya School Mulpani, del distretto di Dhading, che ospiteranno il kindergarden della scuola.

Il forte sisma ha causato, secondo gli ultimi bilanci, oltre 10.000 morti e più di 17 mila feriti. Il distretto più colpito è stato quello di Sindhupalchowk, seguito da quello di Kathmandu. Oltre alle già difficili operazioni per la rimozione delle macerie, l’emergenza riguarda oggi anche la distribuzione degli aiuti umanitari a circa 2,8 milioni di terremotati.

Condividi contenuti