Opera e Balletto

Passione Salome. Noseda dirige Strauss

Opera e Balletto

Gianandrea NosedaFoto di scenaFoto di scenaImmagine iconograficaImmagine iconografica

Teatro Regio, 15 Febbraio 2018 - 25 Febbraio 2018

Salome

Gianandrea Noseda dirige il primo grande capolavoro di Richard Strauss
L’opera simbolo del Novecento, in forma semiscenica, a cura di Laurie Feldman

Teatro Regio, giovedì 15 febbraio 2018, ore 20

#SalomeTRT

Giovedì 15 febbraio 2018, alle ore 20, il Teatro Regio presenta Salome, di Richard Strauss. Sul podio dell’Orchestra del Teatro Regio c’è Gianandrea Noseda, al suo terzo appuntamento operistico della Stagione del Regio, dopo i successi ottenuti con Tristano e Isotta e Turandot.

A causa dei fatti accaduti il 18 gennaio, le macchine di palcoscenico del Teatro Regio sono sottoposte a una serie di controlli tecnici, di conseguenza, al momento, non è possibile presentare allestimenti che comportino scenografie in movimento. Nella volontà di non rinunciare a un titolo cardine della Stagione del Regio e del Festival Strauss, Salome viene dunque presentata in forma semiscenica.

Opera e Balletto

Ritratto di Max Liebermann
Salome in forma semiscenica

Salome in forma semiscenica

Salome di Richard Strauss in forma semiscenica

 

A causa dell’incidente occorso al Teatro Regio il 18 gennaio durante una recita di Turandot, la prossima opera in cartellone, Salome di Richard Strauss (15-25 febbraio), sarà presentata in forma semiscenica a cura di Laurie Feldman, assistente alla regia di Robert Carsen, anziché nell’annunciata versione firmata dal regista canadese.

Il palcoscenico del Teatro Regio sarà infatti sottoposto a una serie di revisioni tecniche per il ripristino della completa funzionalità della macchina scenica, così come prescritto dalle Autorità cui è affidata l’inchiesta a seguito dell’incidente. Inoltre, essendo limitata l’operatività dei tiri di scena, si protrarrà la durata dello smontaggio dell’allestimento di Turandot e, di conseguenza, non ci sarebbero i tempi per il corretto montaggio di Salome.

Quindi, costretto da causa di forza maggiore, e non volendo cancellare le cinque recite di Salome, il Teatro Regio ha scelto di presentare in forma semiscenica l’opera, appuntamento centrale del “Festival Richard Strauss” che coinvolgerà molte Istituzioni culturali cittadine.

Invariata la parte musicale, con la direzione di Gianandrea Noseda e il cast già annunciato, che vedrà come protagonisti: Erika Sunnegårdh, Robert Brubaker, Doris Soffel e Tommi Hakala.

Turandot

Gianandrea Noseda dirige il capolavoro incompiuto di Puccini
Stefano Poda firma un nuovo allestimento spettacolare e metafisico

Teatro Regio, martedì 16 gennaio 2018, ore 20

#TurandotTRT

Martedì 16 gennaio 2018, alle ore 20, il Teatro Regio mette in scena Turandot, di Giacomo Puccini. Sul podio dell’Orchestra e Coro del Regio c’è il Direttore musicale del Teatro Gianandrea Noseda, che ha appena ricevuto una nomination ai 60th Grammy Awards, nella categoria Best Opera Recording. Il capolavoro di Puccini è presentato in un nuovo allestimento con regia, scene, costumi, coreografia e luci di Stefano Poda; una spettacolare produzione che già si preannuncia come una delle più attese dell’intera Stagione.

Nel cast spiccano grandi artisti di fama internazionale: nel ruolo della protagonista, in alternanza, i soprani Teresa Romano e Rebeka Lokar, il tenore Jorge de León nei panni di Calaf e il soprano Erika Grimaldi come Liù.

Roberto Bolle and Friends

Teatro Regio, dal 29 al 31 dicembre 2017

#bolletour2017

Venerdì 29 dicembre, sabato 30 dicembre alle ore 20.30 e domenica 31 dicembre alle ore 17.30 il Teatro Regio ospita il Gala di danza Roberto Bolle and Friends.

I tre appuntamenti sono sold out.

Torna – a grande richiesta – il ballerino italiano più famoso al mondo: Roberto Bolle, che chiude il 2017 con uno degli appuntamenti più attesti della Stagione. Un’occasione unica per ammirare, in una stessa serata e sul medesimo palcoscenico, le più famose stelle del balletto di oggi “sfidarsi” amichevolmente, nel nome dell’arte della danza, in uno straordinario confronto di tecniche, scuole e stili. Un programma che vede avvicendarsi sul palcoscenico, con ritmo serrato e avvincente, una parata di passi a due e assoli, tratti dal repertorio dei più amati classici dell’Ottocento e dai più celebri titoli del Novecento.

La folgorante carriera di Roberto Bolle, iniziata giovanissimo dopo il diploma alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala e l’ingresso nella compagnia scaligera, gli inviti nei più importanti teatri del mondo conteso come guest star, il corteggiamento mediatico, la presenza da protagonista e testimonial ai grandi appuntamenti internazionali, fanno di lui un caso unico di danzatore che riesce a portare al balletto, come nessun altro, grandi folle di ammiratrici e ammiratori. Attesissimo appuntamento il primo gennaio 2018, su RaiUno verrà trasmessa una serata di grande danza: Roberto Bolle – Danza con me.

Il lago dei cigni

Puro incanto con il Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo
e il capolavoro di Pëtr Il’ič Čajkovskij

Teatro Regio, mercoledì 13 dicembre 2017

#LagoTRT

Dicembre, come da tradizione, è il mese che il Teatro Regio dedica completamente alla danza. Dopo Lo schiaccianoci, nella splendida versione di Amodio e Luzzati, per otto recite dal 13 al 19 dicembre il Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo interpreta il “classico dei classici”: Il lago dei cigni, con la coreografia di Marius Petipa e Lev Ivanov su musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij eseguita dall’Orchestra del Regio diretta dal maestro Gavriel Heine.

La produzione si avvale del sostegno di Leonardo, Partner del Teatro Regio. L’Azienda, leader nel settore dell’alta tecnologia che da diversi anni collabora con il Regio, crede fortemente nel proprio ruolo di attore attivo nel contesto territoriale in cui opera. L’attenzione di Leonardo ai bisogni della realtà di riferimento si esprime non solo attraverso la condivisione del proprio know-how tecnologico, ma anche attraverso la promozione di iniziative volte ad apportare benessere alla collettività, per contribuire a un progresso sociale di cui la cultura, anche musicale, è uno dei tratti distintivi.

Lo schiaccianoci

Un classico di Natale per grandi e piccini nel fiabesco allestimento
di Amedeo Amodio ed Emanuele Luzzati, su musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij

Teatro Regio, martedì 5 dicembre 2017

#SchiaccianociTRT

Martedì 5 dicembre al Regio va in scena Lo schiaccianoci di Pëtr Il’ič Čajkovskij, il più natalizio dei balletti, con coreografia e regia di Amedeo Amodio, scene e costumi di Emanuele Luzzati nell’interpretazione dei Solisti e Corpo di ballo Daniele Cipriani Entertainment, e dei primi ballerini del New York City Ballet. L’Orchestra del Teatro Regio, affiancata dal Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi”, è diretta da Alessandro Ferrari.

La produzione si avvale del sostegno di Iren, Socio Fondatore del Teatro Regio. «Il sostegno a questa importante produzione – ha dichiarato Paolo Peveraro, Presidente Iren – è un ulteriore segnale dell’attenzione che la nostra azienda da sempre dedica al mondo della cultura e in particolare alle produzioni teatrali dei territori nei quali essa opera. Questa rappresentazione, un classico del Natale, ben si integra con la serie di eventi e manifestazioni a tema natalizio che in questi giorni coinvolgono la città e per la cui realizzazione Iren ha fattivamente contribuito festeggiando così i 110 anni dalla nascita di AEM ».

Opera e Balletto

BNL per Telethon e Teatro Regio

Falstaff

Donato Renzetti dirige l’Orchestra e il Coro del Regio
Daniele Abbado firma la regia del capolavoro di Giuseppe Verdi

Teatro Regio, mercoledì 15 novembre 2017, ore 20

Condividi contenuti