Al Regio in famiglia

Agevolazioni destinate alle famiglie per la Stagione e la altre attività

Un flauto magico e una valigia piena di suoni

Concerto-laboratorio per bambini da 0 a 3 anni

Teatro Regio, Foyer del Toro, sabato 8 aprile 2017 ore 16 e ore 17.30

Da ormai venticinque anni il Teatro Regio è luogo di cultura, di didattica e di svago per i giovani e, da qualche anno, accoglie anche i piccolissimi che partecipano a brevi laboratori e spettacoli pensati appositamente per un giovanissimo pubblico.
Tra aprile e maggio il Teatro Regio fa l’en plein e declina Die Zauberflöte, il capolavoro di Wolfgang Amadeus Mozart, per tutte le età con una serie di attività e spettacoli da non perdere.

Si inizia sabato 8 aprile nel Foyer del Toro con il doppio appuntamento, alle ore 16 e alle ore 17.30, con Un flauto magico e una valigia piena di suoni, concerto laboratorio a cura di In-cantabimbi su musiche liberamente ispirate a Wolfgang Amadeus Mozart, dedicato ai bambini da 0 a 3 anni e alle loro famiglie.

Un pianoforte, qualche piccolo strumento a percussione, le voci di tre cantanti-narratrici, un flauto (ovviamente “magico”…) e un grande lenzuolo per giocare a nascondino: pochi ingredienti, immediati e semplici, per far vivere ai piccolissimi un’esperienza teatrale, con le melodie dell’opera che diventano cantilene da ripetere insieme alla mamma.

Come Papageno e Papagena (due dei protagonisti del capolavoro mozartiano) che finalmente si incontrano e per la gioia esprimono le sole parole “Pa-pa-pa-pa”, così faranno i bambini, che non sanno ancora parlare, ma che già cantano. Ecco il punto di partenza di questo breve spettacolo: la musica infatti è un linguaggio universale, al quale anche i piccini possono avvicinarsi in modo intuitivo.

Le otto Stagioni per il Festival Antonio Vivaldi

Vivaldi e Piazzolla, le otto Stagioni 
Dalla Venezia del ‘700
alla Buenos Aires del ‘900

Teatro Regio, lunedì 10 aprile ore 10.30 e 20.30

Al Regio in famiglia

Immagine per il libro tattile di Settestella realizzato da Dario Moretti
Settestella: in scena il tema della diversità

Tutti quanti voglion fare il jazz... anche a Natale!

Concerto natalizio con la partecipazione del pubblico di tutte le età

Teatro Regio, lunedì 19 dicembre 2016 ore 20.30

«Tutti quanti voglion fare il jazz perché resister non si può al ritmo del jazz!», così attacca la celebre canzone contenuta nel film d’animazione Disney Gli Aristogatti. Chi non ricorda Romeo, Scat e la sua band trascinare Duchessa e i suoi micini nel ritmo così speciale e coinvolgente che solo il jazz possiede?

Questo e molto altro, potete scommetterci, accadrà al Teatro Regio lunedì 19 dicembre alle ore 20.30 con il concerto Tutti quanti voglion fare il jazz… anche a Natale! Gli ingredienti ci sono tutti: un trio jazz, il Luigi Martinale Trio composto da Luigi Martinale al pianoforte, Mauro Battisti al contrabbasso e Paolo Franciscone alla batteria; il Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi” e il pubblico, che sarà invitato a partecipare cantando. A mescolare sapientemente tutti gli ingredienti sarà il direttore Claudio Fenoglio, cui si deve anche l’idea del concerto e che, insieme a Luigi Martinale, ha curato tutti gli arrangiamenti.

Al Regio in famiglia

Astor Piazzolla
Vivaldi e Piazzolla, Le otto stagioni

Al Regio in famiglia

Un flauto magico e una valigia piena di suoni

Un flauto magico e una valigia piena di suoni

Comunicato stampa collegato: 
Luogo: 
Foyer del Toro

Concerto - Laboratorio a cura di In-cantabimbi

Chiara Albanese voce
Chiara Musso voce
Vittoria Novarino voce e flauto
Anna Barbero pianoforte

Musiche liberamente ispirate a Wolfgang Amadeus Mozart

Fascia d’età consigliata: 0-3 anni

La Cenerentola raccontata ai ragazzi

La Cenerentola raccontata ai ragazzi
La più bella fiaba in musica scritta da Rossini in un’edizione speciale firmata da Vittorio Sabadin

Teatro Regio, sabato 19 marzo 2016 ore 20.30

Al Regio in famiglia

Una foto di scena
La Cenerentola raccontata ai ragazzi

Al Regio in famiglia

Entartete Musik (Musica degenerata), manifesto del 1938
Musica degenerata per il Giorno della Memoria
Condividi contenuti