Attualità

Notizie e iniziative non relative alle altre attività

Attualità

Elemento scenico di Eugenio Guglielminetti
Operabalôn: scene in vendita (e visite gratis)

Abbonarsi al Regio conviene - dal 10 settembre in vendita i nuovi abbonamenti

Stagione 2016-2017

Opera - Balletto - Concerti
Abbonarsi al Regio conviene!
Dal 10 settembre in vendita i nuovi abbonamenti

Mercoledì 12 ottobre 2016, con l’apertura della nuova Stagione del Teatro Regio, parte un lungo viaggio musicale che si concluderà domenica 2 luglio 2017. Dieci titoli, otto opere, di cui cinque nuovi allestimenti coprodotti con importanti teatri; il più celebre musical di Leonard Bernstein, West Side Story; e per la grande danza, lo Staatsballett Berlin, per la prima volta in Italia, con La bella addormentata di Čajkovskij nella versione di Nacho Duato. Un cartellone armonioso ed equilibrato che spazia da Vivaldi a Bernstein con cinque titoli del repertorio italiano e cinque del repertorio internazionale; quattro grandi direttori d’orchestra italiani e quattro stranieri.
Sabato 22 ottobre 2016 inizia anche la Stagione sinfonico-corale con l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio e la Filarmonica Teatro Regio Torino. Dodici appuntamenti per un emozionante cammino lungo quattro secoli di storia della musica, dal Barocco al Classicismo, dal Romanticismo al Contemporaneo, con un focus su due grandi autori della Mitteleuropa di fine Ottocento: Gustav Mahler e Richard Strauss.
A partire da sabato 10 settembre saranno in vendita tutti gli Abbonamenti alla nuova Stagione d’Opera e di Balletto e alla Stagione dei Concerti.

Attualità

La sala del Teatro Regio
La Notte degli Archivi: Missiroli narra Bohème

Attualità

Gianandrea Noseda dirige la Filarmonica Teatro Regio Torino
Noseda con la Filarmonica TRT a Stresa

Attualità

Una vita per il teatro

Attualità

Ritratto sorridente su fondo nero
Addio a Daniela Dessì

Chiude in attivo il Bilancio 2015 del Teatro Regio, il teatro più amato dagli italiani

Approvato ieri, martedì 28 giugno, dal Consiglio di Indirizzo del Teatro Regio, dopo l’unanime parere favorevole dell’Assemblea dei Soci Fondatori, il bilancio consuntivo 2015 che si chiude, per il quinto anno consecutivo, con un utile di esercizio pari a 2.295 euro su un bilancio di 38.062.149 euro.

Un risultato estremamente positivo tenuto conto dell’ulteriore diminuzione dei contributi pubblici, a partire dal contributo dello Stato che nel 2015 è stato di 14.100.000 euro, con una riduzione di 1.200.000 euro rispetto al preventivo e una diminuzione di circa 200.000 euro rispetto al consuntivo 2014. La Regione Piemonte, rispetto all’anno precedente, ha ridotto di 300.000 euro l’apporto, portandolo a 2.500.000 euro, mentre il Comune di Torino ha erogato un contributo di 4.000.000 euro con una diminuzione di 100.000 euro rispetto al contributo 2014. Purtroppo, alle riduzioni dei contributi pubblici, si aggiunge l’annoso problema del ritardo con cui vengono erogati i medesimi, costringendo il Regio a ricorrere ad anticipi di cassa con conseguente aumento degli interessi passivi dovuti alle Banche.

Attualità

Don Carlo su RAI Italia oltreoceano

Attualità

La bandiera del Nepal
Il Teatro Regio per il Nepal, un anno dopo

Attualità

Gianandrea Noseda
Gianandrea Noseda Direttore dell’Anno 2016
Condividi contenuti