La bohème

Teatro Regio, Sabato 19 Gennaio 2013 - Martedì 29 Gennaio 2013

Logo della Compagnia di San Paolo

Presentazione

Immagine di presentazione della BohèmeImmagine di presentazione

Tre anni esatti dopo la prima di Manon Lescaut, Giacomo Puccini torna al Teatro Regio di Torino e il 1° febbraio 1896 presenta La bohème. L’opera, su libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa, è tratta dalle Scènes de la vie de Bohème di Henri Murger. Sulla gestazione dell’opera, i giornali dell’epoca raccontano le liti tra Puccini e Leoncavallo perché entrambi stavano lavorando allo stesso soggetto (La bohème di Leoncavallo, mai entrata stabilmente in repertorio, andò in scena il 6 maggio 1897 alla Fenice di Venezia).

L’opera ebbe successo di pubblico, ma la critica torinese espresse qualche perplessità: per Carlo Bersezio Bohème è «l’errore di un momento»; Carlo D’Ormeville scrisse in un telegramma: «Bohème opera mancata non farà giro». Due giudizi passati ormai alla storia perché contraddetti dalla straordinaria popolarità che l’opera continua ad avere in tutto il mondo.

Dati essenziali

Compositore: Giacomo Puccini
Librettista: Giuseppe Giacosa e Luigi Illica
Prima rappresentazione: 1896 Torino, Teatro Regio

Allestimenti precedenti:

1896, 1898, 1908, 1916, 1927, 1934, 1939, 1948, 1951, 1954, 1957, 1963, 1968, 1972, 1973, 1974, 1979, 1984, 1992, 1996, 2004, 2006, 2008, 2010, 2012