Art Bonus

Art Bonus

L’opportunità dell’Art Bonus

Il Regio, teatro di primo piano in Italia e nel panorama internazionale, si impegna costantemente per mantenere vivo l’interesse della collettività verso il linguaggio universale dell’opera e la sua incredibile capacità di emozionare. Puoi anche tu agire in prima persona per garantire la tutela e la salvaguardia di questo patrimonio artistico per le future generazioni: effettua una donazione libera o aderisci all’Associazione Amici del Regio, usufruendo delle agevolazioni fiscali previste dall’Art Bonus.

Grazie alle importanti novità introdotte da un’apposita legge (D.L. 31/05/2014 n. 83 e successive modifiche) è più semplice e vantaggioso per tutti dare il proprio contributo a sostegno della cultura. Infatti, la legge prevede in modo permanente, cioè senza limiti di tempo, un credito d’imposta pari al 65% delle erogazioni liberali effettuate, usufruibile in tre quote annuali di pari importo, vincolate a specifiche finalità quali il sostegno delle Fondazioni lirico-sinfoniche.

Esempio

Contributo: 1.000 euro
Detrazione fiscale/credito d’imposta 65%: 650 euro
recuperati nei tre anni successivi in tre quote di pari importo: 216,66 euro
 

Come donare al Teatro Regio

La donazione va effettuata tramite bonifico bancario (o assegno). È necessario mettersi in contatto con i nostri uffici per comunicare preventivamente i dati del donatore, poiché il Teatro Regio ha l’obbligo per legge di trasmetterli al Ministero dei Beni Culturali. Per trasparenza le donazioni vanno inoltre pubblicate sul sito del Teatro in forma sintetica (nome e cognome e importo versato); pur tuttavia il donatore ha la facoltà di rimanere anonimo, rimanendo visibile solo l’importo.

Pubblicazione erogazioni liberali

Informazioni

Sovrintendenza del Teatro Regio
Tel. 011.8815.216
E-mail

 

Il Teatro Regio sul sito ufficiale dell'Art Bonus

 


Limiti e obblighi

Per le persone fisiche e gli enti non commerciali il credito d’imposta lorda è pari al 15% del reddito imponibile.

Per i titolari di reddito d’impresa il credito d’imposta lorda non può superare il 5 per mille dei ricavi annui.

Note

Le aziende possono comunque optare di avvalersi della precedente deducibilità riservate alle aziende ai sensi del DPR 917 del 22/12/86 art. 100, comma 2, lettera m).

Secondo quanto previsto all’art. 1 comma 5 del citato D.L. 83/2014 e successive modificazioni, i soggetti beneficiari di erogazioni liberali – all’occorrenza la Fondazione Teatro Regio Torino - sono tenuti a comunicare al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) i dati inerenti le liberalità in una delle due seguenti opzioni a disposizione del donatore: la trasmissione dei dati al MIBACT e la pubblicazione degli stessi sul sito del Ministero e del soggetto beneficiario – all’occorrenza la Fondazione Teatro Regio Torino – la loro destinazione e il loro utilizzo, fatte salve le disposizioni del Codice in materia di protezione dei dati personali D. Lgs.196/2003. Oppure scegliendo la trasmissione dei dati al MIBACT in forma riservata, e la pubblicazione degli stessi sul sito del Ministero e del soggetto beneficiario – all’occorrenza la Fondazione Teatro Regio Torino – la loro destinazione e il loro utilizzo qualificando l’erogazione come proveniente da “donatore anonimo”.