Intervista impossibile a Richard Wagner

Lezione – spettacolo da un’idea di Corrado Rollin

In omaggio alla Prima del Regio e non solo: trattando il Simbolismo e il Decadentismo i libri di testo fanno moltissimi riferimenti a Wagner, ma quanti ragazzi hanno effettivamente un’idea di come siano fatti il Tristano o la Tetralogia? E se mancasse loro una fondamentale chiave di lettura della cultura europea del XIX secolo solo perché non sono mai entrati in contatto con una delle più straordinarie avventure teatrali, sonore e visive dell’Occidente? Si possono leggere saggi meravigliosi, ascoltare memorabili conferenze accademiche, ma, per aggirare il timore che tutto questo incredibile armamentario operistico sia solo un pezzo da museo, forse la cosa migliore è provare ad intervistare Wagner in persona, con la sua smania per il lusso, i suoi pregiudizi, le sue ridicolaggini e la sua granitica forza di volontà. Un grandissimo e imperfetto uomo di genio che ha cambiato per sempre il modo di mettere in scena una storia. Senza Wagner non si capisce perché il fantasy sia diventato un genere dal successo planetario, ma nemmeno perché a teatro quando comincia l’opera si spengono le luci o perché l’estate sia zeppa di festival culturali, che prima di lui semplicemente non c’erano. Conoscere Wagner è una delle più straordinarie esperienze estetiche che un adolescente possa fare e non è affatto vero, come dice Woody Allen, che poi venga voglia di invadere la Polonia.

   
14/18 anni
Piccolo Regio
Mercoledì 18 ottobre 2017 ore 10.30 e ore 17.30*
1h
Leggere attentamente la pagina Istruzioni per l’uso

Prenotare telefonicamente dalle ore 10 di lunedì 18 settembre 2017

Confermare la partecipazione con lo specifico modulo online entro 20 giorni dalla data della prenotazione

€ 5
Pagamento da effettuarsi con bonifico bancario entro il 6 ottobre 2017.
La recita delle ore 17.30 è aperta anche al pubblico. I biglietti saranno acquistabili dal 30 settembre 2017 in Biglietteria al prezzo unico di € 5