Così fan tutte

Teatro Regio, Giovedì 28 Giugno 2018 - Domenica 8 Luglio 2018

Argomento

Atto I

A Napoli, in un caffè, due giovani ufficiali, Ferrando e Guglielmo, vantano la fedeltà delle rispettive fidanzate, le sorelle Dorabella e Fiordiligi, ma il loro cinico amico don Alfonso scommette 100 zecchini che, se messe alla prova, le due non si dimostrerebbero più fedeli di qualunque altra donna. Ferrando e Guglielmo accettano la scommessa e la condizione di seguire ciecamente le istruzioni di don Alfonso. In un giardino in riva al mare, Fiordiligi e Dorabella ricevono da don Alfonso la notizia che i loro fidanzati devono immediatamente partire per la guerra: le due coppie si salutano solennemente. La furba cameriera Despina, che non prende troppo sul serio le esagerate manifestazioni di dolore di Dorabella, suggerisce che le due giovani facciano come fanno i soldati, e si trovino nuovi fidanzati. Con la complicità di Despina, don Alfonso conduce alla presenza delle ragazze due “nobili albanesi”. Camuffati come sono, Despina non li riconosce: si tratta, ovviamente, di Ferrando e Guglielmo. Ma le loro avances, lì per lì, sono respinte da Fiordiligi e Dorabella. A nulla serve il finto tentativo di suicidio che i due, disperati per essere stati rifiutati, mettono in atto avvelenandosi: li salverà un medico, che è in realtà Despina travestita da dottore.

Atto II

Despina non deve faticare molto per convincere le padrone che in fondo non c’è nulla di male in un innocuo flirt; poi, per salvare il loro onore, si può sempre far credere che quei due stranieri vengano a corteggiare lei, la cameriera. In effetti le due ragazze sono attratte dagli “albanesi”, e ciascuna delle due ha messo gli occhi sul fidanzato dell’altra. Così Dorabella si lascia conquistare da Guglielmo, e don Alfonso ha buon gioco nell’istigare il disperato Ferrando a conquistare Fiordiligi. Fiordiligi è invece decisa, per sfuggire alla tentazione, a raggiungere il proprio fidanzato al campo, travestendosi da soldato. Ma quando sopraggiunge Ferrando, anch’essa cede e cade tra le sue braccia. Don Alfonso ha vinto la scommessa. Despina, travestita da notaio, fa firmare alle ragazze un finto contratto nuziale. Si dà corso ai festeggiamenti, quando viene annunciato il ritorno degli ufficiali. Gli “albanesi” si dileguano e al loro posto si presentano gli scornati Guglielmo e Ferrando. Don Alfonso risolve la situazione rivelando l’intrigo. Dorabella e Fiordiligi chiedono perdono e le due coppie infine si riconciliano.