Una tragedia fiorentina

Teatro Regio, Venerdì 21 Marzo 2014 - Domenica 30 Marzo 2014

SNAM Italgas

Argomento

Atto unico

La casa di un ricco mercante fiorentino.

Bianca, in assenza del marito, il mercante fiorentino Simone, si sta intrattenendo con il suo amante Guido Bardi, figlio del principe di Firenze. Quando il marito rientra a casa con un grosso pacco e la spada, i due riescono a sciogliersi in tempo da un abbraccio. Il marito è stupito dalla presenza dell’uomo ma non lascia trasparire né collera né sospetti, anzi, si dimostra stranamente ossequioso con quell’ospite che crede un parente della moglie; poi, appreso che si tratta di Guido Bardi, si dichiara lusingato e vuole vendergli i suoi abiti più pregiati. Il gioco diventa sempre più teso: prima Simone si dichiara felice perché l’uomo vuole comprare tutta la sua mercanzia, poi comincia a scherzare sul fatto che di sicuro un uomo come Guido ha reso cornuti molti fiorentini, e quando Guido gli dice che con centomila corone comprerà il suo abito da cerimonia, Simone gli risponde che per quella cifra tutta la sua casa e quello che contiene sarà sua. «E se io vi chiedessi la bianca Bianca?» domanda allora il nobile. Simone pensa che sia uno scherzo e replica che la moglie è brava solo a tessere. In un crescendo di tensione, Bianca confessa a Guido che vorrebbe veder morto il marito. Simone prima chiede a Guido di suonare il liuto, ma il nobile rifiuta e dopo aver intonato un brindisi alle belle labbra di Bianca decide di andarsene. Allora Simone lo sfida a duello: vuol provare se la sua spada di borghese può combattere con la spada principesca di Guido. Prima Guido ferisce Simone, poi il mercante riesce a far cadere la spada del principe: chiede allora a Bianca di spegnere la fiaccola, si getta su di lui e lo uccide strozzandolo. Simone si rialza, pronto a uccidere anche la moglie, ma la donna gli si avvicina in stato di esaltazione: «perché non mi hai detto che eri così forte?» e Simone: «perché non mi ha detto che eri così bella?» e tende verso di lei le sue braccia aperte. Bianca cade in ginocchio davanti a lui ed egli la bacia sulla bocca.