La traviata

Teatro Regio, Venerdì 18 Ottobre 2013 - Domenica 27 Ottobre 2013

Presentazione

Foto di scenaLa traviata

«Un altro forse non l’avrebbe fatto per i costumi, pei tempi e per mille altri goffi scrupoli. Io lo faccio con tutto il piacere. Tutti gridavano quando io proposi un gobbo da mettere in scena. Ebbene: io ero felice di scrivere il Rigoletto»: Verdi non era certo artista tale da avere timore dello scandalo. Così, quando nel 1852 dovette scegliere il soggetto di una nuova opera per Venezia, la sua preferenza cadde sul “discusso” lavoro di Alexandre Dumas figlio La Dame aux camélias, vero bestseller dell’epoca. Non era solo la vicenda in sé a essere scabrosa (la vera storia della cortigiana Alphonsine Duplessis, amata dallo stesso Dumas), ma il fatto stesso di portare sulle scene di un teatro lirico, temi e vicende appartenenti al presente, se non al vissuto, degli spettatori stessi: le danze, i costumi, il vizio e il lusso, i giochi e le tresche; la tisi stessa di cui muore Violetta. La censura veneziana gli impose di retrodatare di un secolo la vicenda, e questo fatto, unito alla cattiva qualità della prima compagnia di canto, fece probabilmente sì che il debutto dell’opera, avvenuto al Teatro La Fenice il 6 marzo 1853, si risolvesse in un fiasco. Solo un anno dopo Verdi si prendeva però una grande rivincita, col trionfo dell’opera nella stessa città in cui era prima caduta, e la Traviata cominciava il cammino che la avrebbe presto portata a essere una delle opere più amate dal pubblico di tutto il mondo.

Dati essenziali

Compositore: Giuseppe Verdi
Librettista: Francesco Maria Piave
Prima rappresentazione: 1853 Venezia, Teatro La Fenice

Allestimenti precedenti:

1860, 1878, 1879, 1886, 1889, 1912, 1920, 1928, 1931, 1936, 1939, 1947, 1948, 1950, 1956, 1960, 1965, 1970, 1972, 1977, 1988, 1990, 1999, 2001, 2009, 2011, 2013