Opera e Balletto

Falstaff

(opera)

Giuseppe Verdi ambienta la sua ultima commedia lirica Falstaff nell'epoca del Regno di Enrico IV d’Inghilterra, nella città di Windsor. All' Osteria della Giarrettiera, l’oste presenta il conto e Sir John Falstaff scopre di non essere in grado di pagare e accusa quindi i suoi servi Bardolfo e Pistola di bere troppo. L’unico modo per riuscire a racimolare un po’ di denaro è corteggiare due ricche donne.
Falstaff commette ogni sorta di cattive azioni… ma sotto una forma divertente, perchè inevitabilmente viene scoperto e cade preda del gioco altrui, in un mondo dove tutto è burla.


Giselle

(balletto)

Giselle vive in un immaginario e fiabesco paese immerso nelle vigne, innamorata del fascinoso Albrecht - un giovane da pochi giorni comparso nel villaggio - e a sua volta amata dal rustico guardaboschi Hilarion. La ragazza muore pazza dopo aver scoperto che il suo amato è promesso ad un’altra.
Sulla sua tomba allora danzano una schiera di spiriti di fanciulle abbandonate alla vigilia delle nozze e che, anche da defunte, non possono darsi pace per non avere realizzato il proprio sogno d’amore e combattono. Riunite per accogliere Giselle nel circolo spiritico, le fanciulle incalzano allo stesso tempo il guardaboschi Hilarion, piangente sulla tomba dell’amata, e Albrecht, che supplica il perdono di Giselle e da questa è protetto.


Rigoletto

(opera)

Durante una festa nel Palazzo Ducale di Mantova, il duca racconta di essersi invaghito di una fanciulla che ha incontrato al tempio, mentre il cavaliere Marullo spiega che il buffone di corte, il gobbo Rigoletto, ha un’amante segreta che va a trovare tutte le sere. Insieme al conte di Ceprano, che Rigoletto ha dileggiato, decidono di rapire quella donna. Alla scena si aggiunge il conte di Monterone che dopo aver chiesto giustizia al duca per l’onore della figlia, un tempo da lui sedotta, finisce per essere oltraggiato e per lanciare a lui e a Rigoletto una maledizione.
In una serie di inganni e di rovescimenti di parti la maledizione lanciata dal padre infelice contro il buffone deridente porta alla chiusura tragica: la ragazza rapita e che si sacrifica per amore è Gilda, figlia dello stesso Rigoletto.