Regio40

Immagine

Il Teatro Regio festeggia quarant’anni, ma ha 273 anni di vita ed è uno dei teatri italiani con la storia più antica. Nel 1936 un drammatico incendio ci portò via un gioiello architettonico, una fenice che riuscì a rinascere dalle ceneri solamente 37 anni dopo, quel 10 aprile 1973, quando un pubblico da grandi occasioni vide per la prima volta un teatro che, unico al mondo, mescolava il rosso e viola. Il percorso che portò i cittadini torinesi ad avere di nuovo il proprio teatro d’opera fu lungo e difficile.
Adesso, a quarant’anni di distanza, il Regio firmato da Carlo Mollino e Marcello Zavelani Rossi è, senza dubbio, uno dei simboli più prestigiosi della città ed è allo stesso tempo il teatro di tutti, non solo degli appassionati di musica; una vera e propria “casa della cultura” nonché elemento trainante di un processo di rinnovamento di Torino. E se il “Regio Teatro” era nel Settecento meta importante dei Grand Tour europei, adesso è, per la qualità delle sue produzioni, punto di riferimento nel panorama internazionale. Una maturità artistica che trova grandi riconoscimenti nelle tournée all’estero e nelle molteplici incisioni discografiche che lo vedono protagonista.
Siamo orgogliosi che il Regio sia un importante biglietto da visita per Torino e continueremo a lavorare con passione per rappresentare al meglio la tradizione culturale italiana nel mondo, ambasciatori di una città che, a pieno titolo, può definirsi Capitale della musica.
Buon compleanno Teatro Regio, meravigliosa “fabbrica di sogni”!

 

Walter Vergnano
Sovrintendente
del
 Teatro Regio

Piero Fassino
Sindaco della Città di Torino
Presidente del Teatro Regio