Requiem for a Dying Planet

Cine-concerto

Musica di Ernst Reijseger per il Cinema di Werner Herzog
Immagini e colonne sonore dai film
The White Diamond e The Wild Blue Yonder

Ernst Reijseger violoncello
Mola Sylla voce, kalimba, xalam, percussioni
Cuncordu e Tenore de Orosei (Piero Pala voche e mesuvoche,
Massimo Roych voche e mesuvoche, Gianluca Frau contra,
Mario Siotto bassu, Patrizio Mura voche e scacciapensieri)

Il concerto è inserito nell’ambito della manifestazione
Segni di vita. Werner Herzog e il cinema”,
realizzato in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema,
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e Scuola Holden.
Con il contributo della Città di Torino


La musica ha sempre avuto un ruolo centrale nell’arte di Werner Herzog, tanto più nei suoi ultimi film: «Voglio usare l’immaginazione e il suono in un modo che non avete mai incontrato prima», scrive cominciando a lavorare a L’ignoto spazio profondo, in cui alcuni spettacolari filmati della Nasa si fondono con riprese degli abissi sotto la calotta antartica, in un meccanismo di sospensione sempre magico e conturbante. Altrettanto si può dire del precedente Il diamante bianco, girato a bordo di un aerostato sulle gigantesche cascate Kaieteur in Guyana. Con le immagini dei due film Herzog ha creato un nuovo montaggio sul quale ha innestato le musiche di un ensemble strabiliante, in cui si miscelano il violoncello dell’olandese Ernst Reijseger (compositore di tutto il materiale), la voce del senegalese Mola Sylla e le polifonie del quintetto di voci tradizionali sarde Cuncordu e Tenore de Orosei. Un intreccio virtuoso e ipnotico per un’audace coesione tra nord e sud del mondo, tra il jazz d’avanguardia e il patrimonio delle radici più lontane.


Leggi il comunicato stampa

Scarica la scheda di sala

Calendario

Piccolo Regio Puccini

  1. Giovedì 17 Gennaio 2008 - 21.00