Ciottolino

Una fiaba musicale per e con i bambini da 5 a 11 anni

Piccolo Regio Puccini, sabato 17 marzo 2018 ore 16
Recite per le scuole dal 6 al 15 marzo

Quest’anno compie ventisette anni La Scuola all’Opera, l’attività didattica per le scuole che il Teatro Regio organizza anche in collaborazione con altre importanti istituzioni culturali cittadine e che porta a Teatro tantissimi bimbi e ragazzi con gli insegnanti e le famiglie.

Anche per la Stagione 2017-2018 il nostro “piccolo, grande pubblico” partecipa agli spettacoli, ai laboratori, ai percorsi interdisciplinari e alle visite guidate dietro le quinte; un esercito di circa 40.000 bambini e ragazzi che popola e vive il Teatro e i suoi luoghi.

In gennaio, in occasione del Giorno della Memoria, il Regio ha proposto per i ragazzi dai tredici ai diciotto anni lo spettacolo La favola di Natale e a febbraio Il carnevale degli animali per i bambini dai 6 ai 14 anni, entrambi nuovi allestimenti del Teatro Regio. Mentre per i più piccini, i bambini dai cinque agli undici anni, viene proposta una delle opere di maggior successo degli ultimi anni: Ciottolino di Luigi Ferrari Trecate su libretto di Giovacchino Forzano (librettista per Puccini e Mascagni). Lo spettacolo andrà in scena per il pubblico delle scuole al Piccolo Regio Puccini il 6, 8, 9, 13 e 15 marzo alle ore 10.30, il 6 e il 13 anche alle ore 15, e sabato 17 marzo alle ore 16 per tutto il pubblico, per il cartellone di Al Regio in famiglia.

Ciottolino è un bambino come tanti, allegro e vivace. Per sfuggire alle regole della vita quotidiana, che gli stanno un po’ strette, sogna di diventare Re del Paese delle Fate. Ma a volte anche il mondo della fantasia riserva brutte sorprese. Forse la realtà non è poi così male…?
«Con Ciottolino abbiamo un Hänsel e Gretel italiano»: questo l’elogio del compositore Francesco Balilla Pratella alla prima di Ciottolino, messa in scena nel 1922 a Roma dal “Teatro dei Piccoli”, l’allora famosissima compagnia di marionette. La progettazione, in realtà, risale a molti anni prima: è l’estate del 1904 quando Luigi Ferrari Trecate e Giovacchino Forzano si incontrano durante una vacanza per ideare una piccola opera per e con i bambini, in cui i ruoli principali possano essere interpretati da voci bianche. Modello tedesco a parte, è la grande tradizione del melodramma italiano a caratterizzare il piccolo gioiello, con la sua piacevolezza melodica, la «varietà e spontaneità dei ritmi, lo strumentale leggero ma sempre efficace». ù

Ciottolino viene riproposta nella splendida e onirica versione curata dal regista Luca Valentino, che ha creato uno spettacolo fantasmagorico, sul modello del teatro in nero, animato dai pupazzi di Claudio Cinelli che firma anche le scene e i costumi. L’Orchestra del Teatro Regio e il Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi” sono diretti dal maestro Claudio Fenoglio, che dirige anche il coro dei piccoli spettatori. L’adattamento dei cori del pubblico è a cura di Giovanna Piga, le luci sono di Mario Merlino. I ruoli dei protagonisti prevedono tutti un doppio cast di interpreti, che si alternano nel corso delle recite. Ciottolino sarà interpretato dalle voci bianche Valentina Escobar e Anita Maiocco, Nina (sorella di Ciottolino) e il Musicista dalle voci bianche Beatrice Cozzula e Matilde Elia; nei panni della mamma e della Fata Morgana ci saranno i soprani Sabina Cacioppo e Cristina Mosca, in quelli del babbo e del Giudice i tenori Emanuele Bono e Luca Santoro; i ruoli del nonno e dell’Orco saranno interpretati dai baritoni Emilio Marcucci e Matteo Mollica.

Gli alunni presenti in sala canteranno dalla platea alcune pagine selezionate dell’opera, preparate, con gli insegnanti e con l’aiuto di professionisti della didattica del Teatro Regio, nel corso dei laboratori Cantiamo l’Opera, Opera…ndo con Ciottolino e Gli orchi della solitudine. Un progetto formativo a tutto tondo, dunque, sia per il pubblico dei bambini e i loro insegnanti, sia per gli studenti del Conservatorio per i quali lo spettacolo vale come credito formativo.

Inoltre, il 17 marzo alle ore 15 è previsto il laboratorio di preparazione dei canti per il pubblico di Ciottolino. Possono partecipare gratuitamente adulti e bambini in possesso del biglietto per la recita del 17 marzo alle ore 16 (Prenotazioni – tel. 011.8815.209).

I biglietti per lo spettacolo di sabato 17 marzo, indicato per famiglie con bambini e ragazzi dal 5 ai 14 anni, costano € 10 (under 16: € 8) e sono in vendita diretta alla Biglietteria del Teatro Regio (tel. 011.8815.241/242), presso Infopiemonte-Torinocultura e i punti vendita Vivaticket; on line su www.vivaticket.it; telefonicamente al numero 011.8815.270. 18app: biglietti a € 5, e con 1 euro in più si può acquistare un secondo biglietto. Info - Tel. 011.8815.577 e www.teatroregio.torino.it.
Informazioni e prenotazioni per le recite dedicate alle scuole: Ufficio Scuola - Tel. 011.8815.209.
Le attività de La Scuola all’Opera sono realizzate in collaborazione con gli Amici del Regio e con la Fondazione Cosso.

Approfondimento: Laboratorio didattico sull’opera Ciottolino
Opera...ndo è un laboratorio di educazione al suono, al movimento, all’immagine e alla poesia.
I bambini possono sperimentare tutte le meravigliose forme di espressione artistica che concorrono a fare dell’opera lirica il primo spettacolo multimediale della storia e, forse, il più affascinante.
Obiettivi del percorso sono la comprensione e l’apprendimento delle fasi attraverso le quali si concretizza lo spettacolo lirico e lo sviluppo della creatività del bambino. I collaboratori preposti al coordinamento del progetto selezionano alcuni momenti dell’opera Ciottolino e su questi realizzano i laboratori che compongono il percorso.
La partecipazione al laboratorio prevede anche la visita guidata al Teatro Regio, che si svolge all’inizio del laboratorio.
A ogni bambino e a ogni insegnante viene consegnato un fascicolo didattico gratuito. Il materiale audio necessario alla preparazione in classe è reso disponibile sul sito del Teatro.

Torino, 13 febbraio 2018

 

UFFICIO STAMPA
Teatro Regio, Direzione Comunicazione e Stampa
Paola Giunti (Direttore), Sara Zago e Paolo Cascio (Relazioni con la Stampa). Tel: +39 011.8815.233/237
ufficiostampa@teatroregio.torino.it - giunti@teatroregio.torino.it
zago@teatroregio.torino.it - cascio@teatroregio.torino.it - www.teatroregio.torino.it