I Concerti

Teatro Regio, da Sabato 27 Ottobre 2012 a Martedì 21 Maggio 2013

La Stagione sinfonica vede protagonisti l’Orchestra e il Coro del Regio e la Filarmonica ’900 del Teatro Regio, con un cartellone composto all’insegna della varietà.

Un’occasione per apprezzare il talento sinfonico di alcune delle grandi bacchette protagoniste in buca nella Stagione operistica, come il giapponese Yutaka Sado o il direttore musicale del Regio Gianandrea Noseda, che ha sempre avuto grande cura del repertorio sinfonico, in Italia e all’estero. Sarà lui ad aprire la Stagione con un programma sinfonico-corale dedicato a una delle più straordinarie pagine di Hector Berlioz, Roméo et Juliette, offrendo la preziosa occasione di ascoltarla in versione integrale. E sarà ancora lui a chiudere la Stagione con un concerto dedicato al suo repertorio prediletto, quello russo.

Noseda salirà poi sul podio per altri due appuntamenti: il Concerto di Fine Anno, con un programma spumeggiante che vedrà il suo festoso trionfo nel Galop infernale dall’Orphée aux enfers di Jacques Offenbach e una serata dedicata alla musica del XX secolo e di oggi, con un omaggio a Luciano Berio nei dieci anni dalla scomparsa e l’esecuzione di Trasfigurazione, del compositore e pianista torinese Gianluca Cascioli.

Oltre a Noseda e Yutaka Sado, sul podio del Regio si alterneranno altri grandi interpreti: il compositore Premio Oscar Luis Bacalov, impegnato in un concerto di musiche proprie e di Ennio Morricone, e il direttore Israel Yinon, con il violoncellista Jan Vogler che, in occasione del Giorno della Memoria, proporranno Schelomo di Ernest Bloch, una delle più celebri pagine nate su melodie ebraiche, dove nei lunghi monologhi del violoncello riproduce la voce del re Salomone e la saggezza dei suoi pensieri.

Particolarissimo poi l’incontro che la Filarmonica ’900 propone con il cinema e che quest’anno vedrà protagonista il grande Charlie Chaplin con quello che da molti è considerato il suo capolavoro: Il monello. Nel film, Charlot raccoglie un neonato abbandonato e lo cresce; i due diventeranno inseparabili e il “monello” aiuterà il padre adottivo a fare soldi, con mille stratagemmi. Cinquant’anni dopo il trionfale debutto della pellicola, avvenuto a New York nel 1921, Chaplin stesso compose una nuova colonna sonora, che la Filarmonica ’900 affida al compositore e direttore americano Timothy Brock, uno dei massimi esperti al mondo nel campo della musica per film, e che guiderà gli spettatori in un meraviglioso viaggio attraverso il suono e le immagini.

 

Main Partner

logo Unicredit

 

Media Partner

logo La Stampa