Le Corsaire

Teatro Regio, Giovedì 6 Dicembre 2007 - Domenica 9 Dicembre 2007

Compagnia di San Paolo

Presentazione

Marija Aleksandrova (Medora) e Denis Matvienko (Conrad) nel finale del balletto

 

La complessa trama del balletto in tre atti con epilogo Le Corsaire deriva dal poema omonimo di Lord Byron, che narra le avventure di Medora, una ragazza greca venduta come schiava, e del suo innamorato, il pirata Conrad, a sua volta catturato dal pascià Seyd. Salvati entrambi dall’odalisca Gulnare, i due fanno naufragio ma raggiungono la riva, aggrappati a un relitto.

Opera dei librettisti Jules-Henri Vernoy de Saint-Georges e Joseph Mazilier e del musicista Adolphe Adam, Le Corsaire è stato rappresentato all’Opéra di Parigi il 23 gennaio 1856. Marius Petipa lo riallestì nel 1898 al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, con un collage di musiche di Drigo, Minkus e Pugni e con il concorso di macchinari scenici imponenti, in una versione che sarà poi conservata in repertorio anche dal coreografo-direttore degli ultimi trent’anni del Kirov, Oleg Vinogradov. Presentato con gran successo a San Pietroburgo e poi a Mosca, è stato uno dei balletti più amati dell’Ottocento ed è anche l’unico lavoro di Byron trasferito in danza.

La Compagnia del Bol’s¡oj, diretta da Aleksej Ratmanskij, ha ricevuto nel 2006 in Gran Bretagna il Premio per la Miglior Compagnia Straniera, leale riconoscimento allo stile russo, che non limita i virtuosismi alle gambe, ma interessa tutto il busto, braccia e mani, con movimenti languidi o nervosi, struggenti o aggressivi, secondo la teoria della memoria sensoriale ed emotiva ideata da Stanislavskij. Proprio Aleksej Ratmanskij firma, con Jurij Burlaka, la nuova versione de Le Corsaire, andata in scena nell’estate 2007 a Mosca e Londra, che il pubblico del Teatro Regio potrà vedere per la prima volta in Italia.

Dati essenziali

Musica di: Adolphe Adam
Coreografia: Marius Petipa
Anno del debutto: 1856 Académie Royale de Musique, Parigi